La pratica della depurazione

La depurazione Primum

La pratica della depurazione

Nelle culture di tutto il mondo è costante l’idea della depurazione come premessa indispensabile per prevenire la malattia, che prospera là dove si accumulano scorie e favorire la salute, che fiorisce quando si coltiva con attenzione la purezza fisica, mentale, emozionale. Il rinnovamento continuo delle cellule e dei tessuti dell’organismo, la produzione di scorie del metabolismo alimentare, l’introduzione di sostanze come additivi, conservanti, coloranti, residui di trattamento alimentare e farmaci, il rallentamento dei liquidi e delle attività vitali conseguenti allo stile di vita sedentario, il progressivo accumulo di tensioni muscolari, rendono necessario l’allontanamento di sostanze, scorie e tossine che accumulandosi progressivamente, soprattutto a livello della matrice connettivale, ostacolano, rallentano o impediscono i normali processi vitali ed il continuo processo di rigenerazione.

L’accumulo di scorie nell’organismo può manifestarsi con sintomi e segni diversi: lingua impaniata e alitosi, disturbi digestivi, produzione eccessiva di muco e manifestazioni catarrali, irregolarità della funzione intestinale, meteorismo e intestino irritabile, rigidità con dolori articolari e muscolari, sudorazione eccessiva e sgradevole, tendenza a soprappeso ed obesità, cellulite e ritenzione idrica, stanchezza cronica, mal di testa.

 

La depurazione con piante officinali

È conosciuta anche come ‘cura di drenaggio’ perché ha come scopo principale quello di eliminare le tossine che si accumulano continuamente nel nostro organismo, soprattutto per le conseguenze dell’inquinamento alimentare, atmosferico e medicamentoso. Serve inoltre per l'eliminazione dei prodotti che si liberano in seguito al ricambio cellulare. Il drenaggio viene attuato stimolando in maniera debole e prolungata gli organi di eliminazione come cute, polmone, fegato, reni, intestino. Le cure depurative vanno eseguite per una durata di alcune settimane. Periodi ideali sono l’inizio della primavera (‘cure di primavera’)  e l’autunno per preparare l’organismo al cambio stagionale.

In generale si distinguono due tipi di drenaggio: ‘aspecifi­co’ con effetto su più organi di eliminazione e ‘specifico’ con azio­ne selettiva su un organo (cute, fegato, rene).

 

La depurazione semplice                   

Le indicazioni della depurazione semplice o drenaggio aspecifico comprendono diverse condizioni, come il cambio di stagione, la convalescenza, il sovrappeso, le alterazioni del metabolismo, la steatosi epatica (‘fegato grasso’), la ritenzione idrica, le difficoltà digestive, l’alitosi, la stipsi, la stanchezza persistente. Le piante officinali utilizzate agiscono sui principali organi di eliminazione, come stomaco, fegato, intestino, vie urinarie.

 

Primum minidrink depurativo con Curcuma e Zenzero

Per favorire il processo di depurazione semplice, Specchiasol propone Primum minidrink depurativo con Curcuma e Zenzero. Il preparato si presenta sotto forma di bustine liquide concentrate monodose, senza aggiunta di coloranti o alcol. Gli ingredienti comprendono Bardana radice e.s., Betulla foglie e.s., Carciofo foglie e.s., Cardo mariano frutti e.s., Curcuma rizoma e.s., Ortica foglie e.s., Rafano radice e.s., Zenzero rizoma e.s. Le piante utilizzate promuovono il processo digestivo (Zenzero), favoriscono la detossificazione del fegato (Bardana, Carciofo, Cardo mariano, Rafano), stimolano l’eliminazione dei liquidi (Ortica), svolgono attività antinfiammatoria (Curcuma). La posologia consigliata è di una bustina liquida al dì, da assumere preferibilmente al mattino, per almeno 20 giorni consecutivi e per cicli da ripetere secondo necessità.

14/03/2019
Share: